Una antica casa della campagna emiliana scopre una seconda vita dopo il lavoro di restauro e recupero dell’edificio che ne ha rispettato e valorizzato lo spirito del luogo.

L’articolo di oggi è dedicato al restauro di Casa Gino, un antico casolare con fienile ai piedi dell’appennino reggiano, più precisamente a Barco di Bibbiano.


Il progetto di restauro e risanamento conservativo del fabbricato ha trovato i suoi riferimenti fondativi nello studio degli elementi storici preesistenti. Ecco come si presentava il fabbricato prima dell’intervento.

I colori, le proporzioni e l’atmosfera sono stati rispettati e la casa è diventata ospitale, raffinata, in grado di accogliere, senza deturpare il contesto ambientale.

Per ristrutturare questo casolare rustico sono stati usati materiali e colori tipici delle case di campagna, come mattone, legno e ferro.

Nella ristrutturazione di una casa colonica e del suo fienile siamo partiti da questi materiali proprio per scongiurare un effetto troppo nuovo e artificiale, trovando la giusta chiave di interpretazione dello stile rustico contemporaneo.

Il progetto di restauro ha portato ad un intervento che, rispettando l’origine dei luoghi, ha saputo incorporare elementi architettonici innovativi senza lasciarsi andare a soluzioni scontate.